Nel caso di BitIQ

Per quanto BitIQ sia ottimo per chi acquista per la prima volta, è importante notare che la piattaforma è costosa – specialmente se hai intenzione di approfittare dei pagamenti istantanei con carta di debito.

Di seguito discuto alcune delle principali commissioni che dovrai prendere in considerazione quando acquisti criptovalute presso il broker.

TASSE DI DEPOSITO
Iniziamo con il più grande: le commissioni di deposito. Quindi, se stai cercando il modo più veloce e conveniente per acquistare criptovalute su BitIQ, è probabile che tu stia pensando di usare la tua carta di debito. Dopo tutto, non appena il pagamento viene elaborato, le monete saranno aggiunte al tuo portafoglio BitIQ.

Per quanto questo sia senza soluzione di continuità, BitIQ ti addebiterà un enorme 3,99%. Ciò significa che un acquisto di 1.000 dollari con carta di debito ti costerà 39,99 dollari di commissioni! In effetti, questo rende il processo di acquisto in qualche modo non redditizio per BitIQ, soprattutto se si considera che anche le commissioni di trading saranno applicabili.

L’unica grazia salvifica è se decidi di depositare i fondi con un conto bancario. Per esempio, se sei basato in Europa e hai la capacità di trasferire fondi tramite SEPA, allora non ti verrà addebitato nulla. I trasferimenti SEPA possono richiedere alcuni giorni prima di essere regolati.

Detto questo, il consenso generale nel dominio pubblico è che la maggior parte dei depositi vengono elaborati il giorno lavorativo successivo. In alternativa, se sei basato negli Stati Uniti puoi depositare fondi tramite ACH o bonifico bancario. Mentre il primo è gratuito, il secondo vi costerà $10.

COMMISSIONI DI TRADING
Quando BitIQ si riferisce alle commissioni di trading, questa è la tassa che si paga ogni volta che si acquista o si vende una criptovaluta. La piattaforma ha una struttura di prezzi un po‘ confusa che varia a seconda di quanto si decide di acquistare o vendere.

Per esempio, se la transazione ammonta a meno di 10 dollari, allora la tassa è di 0,99 dollari. Come nel caso di tutte le tariffe applicate da BitIQ, se stai usando sterline o euro, la tariffa è la stessa ma nella tua valuta locale (per esempio €0,99 o £0.99).
Se l’acquisto/vendita è compreso tra $25 e $50, pagherai una tariffa fissa di $1,99.
Tra $50 e $200, la tassa è di $2.99
Tutto ciò che supera i 200 dollari sarà addebitato ad un tasso variabile dell’1,49%. Quindi, un acquisto di 1.000 dollari in Bitcoin ammonterebbe a una tassa di 14,90 dollari. Ancora una volta, questo è costoso. Non dimenticare che dovrai pagare la tassa di trading dell’1,49% quando incasserai la tua criptovaluta in moneta fiat. Per esempio, se il tuo investimento di 1.000 dollari valeva 2.000 dollari al momento del ritiro, allora la tassa ammonterebbe a 29,80 dollari.

Per fare il confronto, eToro ti permette di acquistare Bitcoin senza pagare alcuna commissione di trading o spese di negoziazione (anche se si applica lo spread, quindi è necessario tenerne conto). Non solo questo, ma non sarai colpito da un’enorme tassa di deposito del 3,99% quando usi la tua carta di debito. Al contrario, non ci sono commissioni di deposito con cui fare i conti.

SPREAD
È anche importante prendere in considerazione lo spread. Questa è la differenza tra il prezzo di acquisto e di vendita della criptovaluta scelta. Nel caso di BitIQ, la piattaforma applica uno spread medio dello 0,50%.

Per esempio, diciamo che hai acquistato 1.000 dollari di BTC/USD a un prezzo di acquisto di 9.000 dollari. Questo significa che se dovessi cambiare idea e piazzare un ordine di vendita per uscire subito dalla posizione, lo faresti a 8.955$ e non a 9.000$.